10%

Sconto Benvenuto

Sul Primo Acquisto

Inserisci Coupon

DRONE10

Come e quando utilizzare i droni (regolamento ENAC)

Best-Quadcopter

Prima di iniziare a cercare un drone adatto alle tue esigenze , dovresti prima 1 di capire quali sono le regole che l’ENAC, l’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile, prevede per l’utilizzo di questi mezzi.

Ebbene sì! Se pensi di acquistare un drone, toglierlo dalla confezione e farlo gironzolare liberamente per la tua città – magari realizzando riprese video qua e là – ti sbagli di grosso! L’utilizzo dei droni è regolato da norme molto ferree che vanno rispettate pedissequamente. Se non si rispettano tali norme, si va incontro al pagamento di multe molto salate e, soprattutto, si rischia di causare incidenti a cose o persone. Se non vuoi correre rischi inutili, rispetta queste regole.

Scopo ricreativo o professionale

i droni possono essere utilizzati per fini ricreativi (ad esempio nei campi di volo aeromodellistici) o per fini professionali. I droni destinati ad un uso ricreativo non richiedono autorizzazioni da parte di ENAC per essere utilizzati e non devono essere iscritti al Registro nazionale (cioè al sito D-Flight). I droni destinati ad un uso professionale, invece, devono essere iscritti al Registro nazionale e possono essere utilizzati solo previa presentazione di un’apposita dichiarazione (se utilizzati per operazioni non critiche) o previa ottenimento di un’apposita autorizzazione (se utilizzati per operazioni critiche). Inoltre, per usare i droni in ambito professionale bisogna ottenere un attestato da parte di ENAC (il quale richiede la partecipazione a corsi teorici e pratici a pagamento), bisogna assicurare il mezzo e certificarlo presso un’azienda idonea. Per alcuni spazi aerei particolari, poi, è necessario un nulla osta all’occupazione dello spazio aereo.

Regole di volo

le operazioni di volo svolte al di fuori dei campi di volo aeromodellistici vengono classificate in critiche e non critiche. Tecnicismi a parte, possiamo dire che NON è possibile far volare i droni sopra la testa delle persone; in prossimità di agglomerati urbani, in prossimità di infrastrutture per le telecomunicazioni o l’approvvigionamento di energia elettrica e in altre aree considerate sensibili. Queste regole valgono sempre, anche in caso di avarie o malfunzionamenti del drone. Inoltre, bisogna sottolineare che per la maggior parte delle operazioni di volo (cioè le operazioni non critiche) è richiesta la modalità di volo a vista (VLOS o EVLOS), anche per l’atterraggio, quindi si deve riportare a terra il mezzo vedendolo di persona, senza utilizzare telecamere o altri dispositivi montati su di esso. Lo spazio di volo utilizzabile prevede un’altitudine massima di 70 metri e 500 metri di distanza dal pilota. Se il pilota è in possesso di un attestato di aeromodellista rilasciato dall’Aero Club d’Italia, l’altitudine massima sale a 150 metri.

Limiti di peso

I droni si classificano anche in base al loro peso. Per pilotare un drone professionale con un peso di 2-25 Kg sono necessari un attestato rilasciato da un Centro di Addestramento autorizzato dall’ENAC e un certificato medico LAPL (Licenza di pilota di aeromobili leggeri) rilasciato da un medico autorizzato. Le operazioni di volo svolte dai droni di peso uguale o inferiore ai 2 kg sono considerate sempre non critiche (a patto che questi rispettino le caratteristiche di inoffensività dettate da ENAC). I droni che pesano meno di 300 grammi, hanno una velocità massima 60 km/ora e rispettano le caratteristiche di inoffensività previste da ENAC si possono usare anche in città (purché non volino sopra la testa delle persone) e non richiedono l’attestato anche se usati per fini professionali.

Conclusioni

Questi sono solo alcuni dei punti della (controversa) normativa ENAC riguardante l’utilizzo dei droni. Per saperne di più e approfondire tutti gli aspetti relativi all’utilizzo di questi mezzi, consulta la sezione FAQ del sito Internet di ENAC, il documento contenente il regolamento sui mezzi aerei a pilotaggio remoto e la pagina del sito ENAC che contiene tutte le ultime normative legate ai droni.

Nota: le norme relative all’uso dei sistemi a pilotaggio remoto sono soggette a cambiamenti e integrazioni. Per restare sempre aggiornato sull’argomento, consulta di tanto in tanto il sito Internet dell’ENAC e segui qualche sito o blog dedicato esclusivamente ai droni.

Ricevi email riservate ai membri, coupon di sconto su prodotti relativi ai Droni e i consigli di Drone24hours.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: